#Vetrina | 21/04/2022

Francesco Campana

di Ivan Pedrazzi

Impiegato d’ufficio, 51 anni, Francesco Campana ha viaggiato molto. Di recente ha partecipato a una spedizione umanitaria per l'Ucraina, una missione impegnativa soprattutto sul piano emotivo.

«Sono bastati quattro intensissimi giorni per chiamarci tutti amici; questo è solo uno dei meravigliosi risultati che siamo riusciti a produrre (…). Spero che questo viaggio “on the road” ci abbia reso migliori. Portate dentro di voi questa piccola impresa, che ha arricchito le vostre vite, nutrito le vostre anime e scaldato i vostri cuori».
Tra i destinatari del messaggio indirizzato ai membri della spedizione umanitaria che, a fine marzo, ha raggiunto i confini ucraini, c’è anche Francesco Campana. Un volto noto a Sonvico, il paese dove è nato e cresciuto, e nella Capriasca, dove si è trasferito da qualche anno trovandosi subito a proprio agio. Non c’era da dubitarne vista la spontaneità con la quale Francesco si approccia alla gente.

Il suo sguardo curioso e le molteplici attività a cui si dedica hanno intessuto attorno alla sua persona una rete di amicizie che non si sono esaurite con il tempo, come purtroppo spesso accade. È tramite uno di questi «contatti» che Francesco si è trovato coinvolto in una missione impegnativa soprattutto sul piano emotivo, come evidenzia Luca Saglini, coordinatore delle operazioni, nel messaggio citato in apertura.

Leggi tutto l'articolo
sull'edizione del 22.04.2022

Accedi per leggere Abbonati

#Vetrina

#Vetrina
Dario Rossi