#Vetrina | 22/03/2022

Daniele Marcheggiani

di Marina Carta

Attori non si nasce! Ci vogliono preparazione, determinazione, costanza e… passione. La stessa che da anni accompagna il luganese Daniele Marcheggiani nella sua avventura sul grande e piccolo schermo.

Attore e produttore, Daniele Marcheggiani è noto soprattutto per il ruolo di James nel film «Tracce di follia» di Michele Di Rienzo – thriller prodotto dallo stesso Marcheggiani, uscito al cinema a dicembre 2021 e distribuito sia in Italia sia negli Stati Uniti e visibile su tubitv.com – e per quello di Gustavo nel cortometraggio, anch’esso autoprodotto, «Come l’ombra nel buio» di Alessandro Gessaga (2019). Daniele vanta anche alcune piccole partecipazioni in fiction Rai e Mediaset, ma il vero successo è arrivato nel 2018, a 50 anni. «È stata per me la stagione più soddisfacente. Ho preso parte a 18 set, tra cinema, tv e spot pubblicitari, e acquisito la consapevolezza di poter avverare, almeno parzialmente, un sogno che da tanto custodivo nel cassetto». Tra i film per i quali ha recitato citiamo «Fino all’inferno» del 2018, «La porta rossa» e «Segreti e delitti» del 2019, «Caleb» del 2020.

Classe 1967, nato a Davos ma residente a Lugano dall’età di due anni, Daniele ha imboccato tardi la strada della recitazione, benché il suo amore per il cinema risalga alla gioventù. Nel 1986 consegue il diploma di meccanico di precisione e negli anni a venire diventa informatico. Insegna e gestisce per anni una ditta attiva nel mondo dei computer fino a quando, una sera del 2017,…

Leggi tutto l'articolo
sull'edizione del 18.03.2022

Accedi per leggere Abbonati

#Vetrina

#Vetrina
Dario Rossi