#Approfondimenti

Quando le Luganesi vincevano le staffette

Tra gli anni settanta e novanta, nel calendario dello sci nordico spiccavano i campionati ticinesi a staffetta (3x5 km). In due occasioni le migliori erano luganesi. Ecco un ricordo di quelle stagioni.

di Frediano Zanetti

In rilievo la storica vittoria nel 1987 dello Sci club Lugano, rappresentato da Chiara Devittori, Rita Pellegrini e Patrizia Rusca e con Giorgio Piona nel ruolo di coordinatore. Nel 1993 a Bedretto dominarono nuovamente le luganesi, in gara però per lo Sci club Simano del presidente Marino Vanzetti.

Le prove femminili sono fonte di notizie interessanti. Attraverso gli archivi della redazione sportiva del quotidiano Il Dovere è stato infatti possibile ricostruire l’albo d’oro del campionato Fssi (Federazione sci della Svizzera italiana) – categoria donne – iniziato nel 1978 e proseguito per altri due anni per poi essere sospeso. La ripresa si è concretizzata nel 1984 e 1985, con il successo del trio dello Sci club Rodi-Fiesso, che completava così una formidabile cinquina. Un’impresa per Maria Teresa Coppa, B. Allidi e Francesca Coppa. A quel tempo, le squadre dei club vallerani dominavano in lungo e in largo, ma nel campionato svoltosi a febbraio 1987 a Bosco Gurin ci fu una sorpresa. Nei pronostici della vigilia era gettonatissima la squadra del Bedretto, costituita da Danusia Guscetti, Danila Marchetti e Cristina Moretti. Anche il Simano nutriva legittime ambizioni di successo, con Valentina Vanzetti e le sorelle Elena e Paola Valchera. Al via si era presentato anche lo Sci club Lugano: con Giorgio Piona nel ruolo di coordinatore, schierava Chiara Devittori, Rita Pellegrini e Patrizia Rusca. Le ragazze frequentavano ogni domenica il Centro nordico di Campra e potevano contare sui consigli di campioni come Renato Malingamba, Ortensio Bassi ed Eligio Gianella. Le medaglie d’oro, nella sorpresa generale, furono vinte proprio dalle ragazze di Lugano con una prestazione semplicemente fantastica. Argento e bronzo andarono alle rappresentanti del Bedretto e del Simano, che sulle nevi di Bosco Gurin rimediarono una batosta clamorosa.

La seconda importante affermazione delle fondiste luganesi risale al 1993. L’intraprendente Marino Vanzetti era riuscito a tesserarle per lo Sci club Simano, di cui era presidente, offrendo loro, in aggiunta alla divisa ufficiale del sodalizio bleniese, una lista di omaggi vari (probabilmente formaggio del Motterascio e «Crenga» del Pian di Oss). Lara Bomio, Chiara Devittori e Mara Foletti si laurearono campionesse ticinesi: con una prestazione di altissimo livello, sulle piste di Bedretto surclassarono la concorrenza rappresentata dai team favoriti di Bedretto e Rodi; più attardati Molinera, Verzasca, Simano 2 e Gruppo Fondisti Leventina. Era domenica 7 marzo 1993 e i numerosi fans bleniesi festeggiarono a lungo. La gioia proseguì in quel di Lugano, più precisamente all’Osteria Cacciatori di Porza, dove si recarono numerosi appassionati di sci nordico per complimentarsi con Lara, Mara e Chiara, campionesse ticinesi della staffetta 3x5 km.
Questa rassegna fu disputata per l’ultima volta nel 1995.

 

L’albo d’oro

1978: Rodi
1979: Rodi
1980: Rodi
1984: Rodi
1985: Rodi
1986: Simano
1987: Lugano
1988: Rodi
1989: Bedretto
1990: Molinera
1991: Molinera
1992: Molinera
1993: Simano
1994: Bedretto
1995: Bedretto