Antichi ricordi

Ufficiali pompieri in posa con la «grisette 1940»

Il 17 marzo 1940 è la data di costituzione della Federazione cantonale ticinese dei corpi pompieri, avvenuta a Bellinzona. Si chiudeva così il lungo periodo dispersivo che annoverava una presenza di uomini attivi e colmi di buona volontà, ma oltremodo mal coordinati, lasciati nella formazione e nella conduzione all'entusiasmo dei singoli responsabili di ogni regione. Fu, questo passo, merito del consigliere di Stato Isidoro Antognini, già pompiere a Chiasso dal 1896 al 1900, e di Luigi Jorio, segretario del Dipartimento finanze. Furono loro a costituire il primo Consiglio direttivo (1940-42) composto da 7 pompieri graduati, 1 segretario e 3 revisori. Questi uomini diedero inizio alla nuova organizzazione con un concetto tecnico e di formazione che fu alla base di un periodo assai propositivo ed efficace. Il 13, 14 e 15 settembre 1940 ebbe luogo a Bellinzona il primo corso cantonale per comandanti e vice-comandanti. Giornate preziose, frequentate con entusiasmo dai 58 responsabili di tutti i corpi cantonali. Fu l'occasione per presentare al pubblico la nuova divisa, chiamata «grisette 1940», l'elmo protettivo con la croce dorata e il cinturone di salvataggio con l'accetta. Una notevole conquista d'immagine a livello cantonale che si protrasse fino al 1962. Il corso – in occasione del quale fu scattata la foto messaci gentilmente a disposizione da Pierino Crivelli di Taverne – fu comandato dal capitano Antonio Bariffi (1894-1973) dei Civici pompieri di Lugano, che fu il quinto comandante in Città dal 1939 al 1960 e il primo presidente a livello cantonale della neo costituita Federazione. Accanto al cap. Bariffi, con il grado di Iten troviamo Elivio Ciceri, che fu comandante dei pompieri di Paradiso e pure lui membro del nuovo Consiglio direttivo cantonale.
Aldo Morosoli

La Costa dei barbari

Dagli archivi di fotogonnella, ecco un'immagine, scattata nel 1965, dei tre artefici della fortunata serie radiofonica «La costa dei barbari». Da sinistra: Flavia Soleri, Luigi Faloppa e Febo Conti, che all'epoca conducevano anche il quiz «Chissà chi lo sa?».

Condividi
su Facebook - su Twitter