#Antichi ricordi

Il maglio di Aranno, una storia di famiglia

Il 10 agosto è un giorno infausto per la famiglia Agostoni di Aranno. I pensieri corrono al lontano 1951, quando le acque della Magliasina, gonfiate dall'alluvione, hanno parzialmente distrutto il Maglio. Costruito nel 1860 dalla famiglia Righetti, ha forgiato falci, falcetti, vanghe e zappe per i numerosi contadini della regione. Attrezzi che portavano impresso il marchio della famiglia Agostoni, che per tanti anni ha assicurato la produzione. La sera del 10 agosto 1951, l'opificio fu allagato e Fedele Agostoni, l'ultimo «Maièe», e il figlio Ambrogio (Ninìn) dovettero fuggire con la famiglia.
In casa Agostoni la storia si tramanda di padre in figlio e a distanza di 70 anni, l'undicenne Joshua, condotto per mano dal nonno Silvano, l'hanno ripercorsa assieme leggendo articoli e guardando le poche fotografie rimaste. È importante che questo patrimonio orale non vada perso e che le nuove generazioni siano consapevoli di come si viveva una volta. Preziosa è dunque l'iniziativa della Fondazione Maglio del Malcantone, che nel 1979 ha ripristinato il vecchio edificio per tramandare ai posteri una delle tante briciole di storia locale.
Nella foto, da sinistra: Fedele Agostoni, il figlio Ambrogio e l'aiutante Olivo Ricci di Breno.

Prima Comunione nel 1937

Foto di gruppo in ricordo della Prima Comunione: ecco una nuova chicca per la nostra Rivista uscita dall'album del nostro affezionato lettore Egidio Schmid. L'immagine è stata scattata il 9 maggio 1937 all'oratorio maschile di Lugano. In posa davanti all'obiettivo, un folto gruppo di giovanotti in abito della festa, immortalati nella solennità dell'occasione insieme a don Cauzza e don Morandi.
Non sono molti i volti riconosciuti dal signor Schmid, chissà se qualche nome si aggiungerà a completare la lista. Come sempre ci appelliamo alla memoria di chi ci legge, confidando nel loro aiuto.

1-2) i fratelli Italo e Sergio Sanvido
3) Egidio Schmid
4) ? Ceresola
5) Franco Masoni
6) ? Campana
7) Aldo Vassalli (un catechista?)
8) Don Cauzza
9) Don Morandi

Condividi
su Facebook - su Twitter