Tocco creativo in cucina

Cachi mania…
Ce n'è per tutti i gusti

di Giulia Giabbani

Nella vita c'è bisogno di tutto un po'. Ci sono aspetti ai quali non possiamo sot­trarci, tuttavia neppure la dimensione dei sogni e della spensieratezza va trascurata. Questa nuova rubrica legata ai sapori, intende con leggerezza dedicarsi proprio a questo. Scoprire­mo, attraverso piccoli suggerimenti, preparazioni semplici ma d'effetto per stupirsi e stupire. Non si tratterà di fornire ricette, ma soprattutto idee diverse e sensazioni per valorizzare i momenti a contatto con il cibo, la cucina e la creatività. Un rapporto armonioso che non si esaurisce, ma che è possibile costruire attraverso piccoli gesti. Ingredienti di stagione alla portata di tutti, materiali insoliti e ricicalti daranno un tocco diverso e gioiso alle vostre preparazioni. Einstein diceva: «La creatività è contagiosa. Trasmettila». Cercheremo di fare proprio così!

Leggerezza? Comin­ciare l'anno in questo modo, dopo pasti co­piosi, dolci e dolcetti, è il desiderio di molti. La parola d'ordine è dunque ritrovare la forma senza però rinunciare al piacere dei sapori zuccherati. Che ne dite di provarci con i cachi? Questo frutto tutto tondo, tipico della stagione fredda, porta in tavola un tocco di colore e di calore. Energizzanti sia per aspetto sia per contenuto, sono ricchi di vitamina C e beta­carotene. Vale dunque la pena farsene una scorta.

Alle nostre latitudini siamo abituati a consumare soprattuto quelli dalla pol­pa cremosa. Avete mai provato ad ag­giungere a questa dello yogurt naturale, del quark oppure della panna montata? Provate! il successo è garantito!
Negli ultimi anni, sugli scaffali dei magazzini è scoppiato un vero e proprio boom di cachi. Avrete notato, infatti, anche l'altra varietà del frutto: più soda al tatto e dal colore arancione più chiaro. Si tratta dei cachi mela o vaniglia. Il loro sapore ricorda molto le note dolci e intense della regina delle spezie per definizione. Anche la loro polpa, leggermente puntinata, sembra ricordare i granelli di vaniglia.




Chips fruttate e vanigliate

Durante il periodo delle feste avrete accumulato, fra le varie cose, anche tanta frutta. Fra quella classica ed esotica, ci sarà sicuramente qualche caco. Per trattenere il sapore unico di questo frutto e portarlo con sé in tutta leggerezza come spuntino energetico, vi proponiamo di assapo­rarlo sotto una simpatica forma. Che ne dite di provare delle chips di cachi?
Per realizzarle non vi servirà altro che una buona dose di frutti e un essicatoio. Se non ne avete uno, potete utilizzare il forno a bassa temperatura. Per la preparazione sono indicati sia i cachi morbidi che quelli sodi. Se preferite la prima versione, ricordatevi di utilizzarli non troppo maturi altri­menti sarà difficile affettarli.
Tagliate dei dischi di circa 2-3 millimetri. Avvici­nandovi al centro del frutto osservate il simbolo soleggiato che apparirà: vi metterà immediata­mente di buon umore! Adagiate le fette legge­remente distanziate sui ripiani dell'essitatoio e lasciateli disidratare a bassa-media temperatura. Ricordatevi anche di intercalare i vassoi e girare le fette di tanto in tanto.
Se volete raggiungere un effetto più croccante potrete aumentare leggermente la temperatura.

Pensiero naturale

Per stupire qualcuno non servono grandi cose, prova­te con un dono simpatico, naturale, dolce e croccante. Impilate una quantità di dischetti di cachi e com­primetela leggermente. Imballatela stretta con della plastica trasparente da re­galo o della carta da forno. Rifinite il pacchetto con un cordoncino dai colori natu­rali come raffia o juta. Buon divertimento!

Condividi
su Facebook - su Twitter