Antichi ricordi

Koleff e Abderhalden in Piazza Molino Nuovo

Ci riportano nella Molino Nuovo di qualche decennio fa le due istantanee che provengono dagli archivi di fotogonnella, il cui laboratorio era per altro affacciato sulla piazza del quartiere. Nella prima, del 1979, è ritratto un idolo dell'Hc Lugano, il canadese Jim Koleff, accanto a una tifosa davanti al Bar Americano, sede dei supporter bianconeri.
Era approdato all'Hcl giovanissimo, guadagnandosi subito la simpatia del pubblico locale. Terminata la carriera di giocatore dopo 13 stagioni trascorse in Svizzera, Koleff ha vestito i panni dell'allenatore, guidando dalla transenna il Lugano tra il 1999 e il 2001. Si è spento dopo lunga malattia a Losanna nel 2008.
A proposito del Bar Americano, la seconda immagine ci propone l'allora gerente Bruno Abderhalden (lo scatto è del 1976). Uomo tuttofare della Pro Molino Nuovo, eccolo mentre addobba l'albero di Natale nella piazza del quartiere.

Johnny Cecotto al microfono di Pablo Foletti

Negli anni settanta, Johnny Cecotto era tra i piloti più popolari del Motomondiale. Nel 1975, a soli 19 anni, si era laureato campione del mondo nella classe 350cc. In sella alla sua Yamaha aveva inoltre dato spettacolo alla 200 miglia di Daytona: partito dall'ultima fila, tagliò il traguardo in terza posizione, superando ben 74 avversari. Nel 1978 vinse un secondo mondiale nella categoria 750 cc. Nella fotogonnella, ecco il giovane pilota venezuelano a Lugano, intervistato da Pablo Foletti. Una curiosità: Cecotto, che all'epoca aveva la fidanzata a Lugano, si faceva confezionare i guanti da gara su misura dal signor Buselli, titolare di un negozio specializzato a Viganello.

Condividi
su Facebook - su Twitter