Antichi ricordi

Astano nei primi decenni del Novecento

Sono magnifiche le due immagini che ci ha gentilmente inviato Marco Morandi di Astano, preziosi documenti di rilevanza storica. Sono state entrambe scattate da Eugenio Schmidhauser, talentuoso fotografo che ha immortalato diversi angoli del Ticino, e soprattutto del Malcantone, per scopi turistici. Ad Astano è inoltre ricordato per essere stato sindaco (dal 1932 al 1949) e proprietario dell'Albergo della Posta.

Questa immagine è del 1920 e ritrae gente del villaggio davanti alla bottega che si affacciava sulla piazza. «La chiamavano “dal sart” – specifica Morandi – poiché chi la gestiva, Aniceto De Marchi, al centro della foto con la cravatta, faceva appunto anche il sarto».

Sono in posa pure le persone ritratte nella seconda fotografa, anche se la situazione è completamente diversa. È lo specchio della società di allora (siamo nel 1915), quando gli uomini emigravano e alle donne toccavano tutti i compiti: in casa e fuori, nei campi, o nei boschi a raccogliere legname. «Queste donne – conferma Morandi – erano state sul monte Rogoria a fare legna».

Condividi
su Facebook - su Twitter